uomo&donna PER NIENTE UGUALI!


Fa indignare, oltre che rabbrividire il cuore, la notizia apparsa “di spalla” sulla prima pagina del Corriere, dove un titolo racchiude uno scempio senza fine: “storie di donne uccise nei mesi di isolamento“, che coinvolge volti e storie di 8 donne ammazzate tra il 21 febbraio e il 28 aprile del 2020, in piena crisi pandemia.
Purtroppo si continua a parlare tanto (ma a far ben poco) in difesa e a soccorso di coloro che vivono nel “castello dell’orco” e non sanno… possono… riescono… a scappare via, per una serie infinita di ragioni che obbligano, costringono e vincolano a rimanere sotto minaccia costante, e sperare che passi in fretta la furia rabbiosa di una belva cattiva che, se lo contrasti, può trasformarsi in un mostro!
Io non so quale sia l’azione più giusta da intraprendere che possa concretamente aiutare a far calare questo stramaledetto numero (23 donne uccise da inizio 2020) per colpa di UOMINI brutali che picchiamo, spesso pestano a sangue e altre volte uccidono… solo per rabbia, vedetta, gelosia, punizione o pazzia omicida!
Spero davvero che si arrivi quanto prima ad un tempo in cui sporgere una DENUNCIA non sia solo un avvertimento da destinare al carnefice, come una condanna al distanziamento domiciliare non rappresenti solo un consiglio o poco più, ma siano efficaci e incondizionati rimedi da adottare per redimere e prevenire gli agghiaccianti epiloghi che, quasi sempre, sono l’apice di continue e perpetrate situazioni di violenza verbale e gestuale, che sfocia in una incontrollabile eresia assassina, di cui ci si rende conto troppo tardi!
Da sempre riservo grande stima ed onore  a tutte le associazioni nate per la difesa e il supporto alle vittime di violenza, ma bisogna fare di più e far sì che anche le Istituzioni facciano la loro parte concreta, dimostrandosi più presenti ed abbiano maggiore fermezza e rigore nel reprimere in modo determinato, come lo si sta facendo con questa QUARANTENA, isolando chi si è reso autore di una violenza.. che parte quasi sempre da un urlo, si trasforma poi in uno spintone… e diventa alla fine rabbia, dolore, spietata violenza e rapsus omicida!

Concludo con una riflessione a cui non so rispondere: perché gli atti di violenza estrema e omicida sono sempre di pungo maschile, quando anche una donna potrebbe uccidere per rabbia, gelosia, tradimento o raptus? Mi hanno insegnato da sempre che uomini e donne sono UGUALI e si completano a vicenda… ma credo che mi hanno sempre raccontato una clamorosa FALSITA’!

A proposito dell’articolo sul Corriere, riporto la confessione di Antonio, assassino di Lorena, che ha giustificato il suo gesto perché “lo ha attaccato il CoronaVirus”, anche se a smentirlo (ammesso che fosse giustificabile)  è stato un TAMPONE negativo fatto su un PEZZO DI MERDA! (e perdonatemi la violenta volgarità)

Spesso perdoniamo per debolezza diventando complici involontari di un dolore che si trasforma in violenza assassina


Pubblicato da Gianfranco Iovino

giornalista, scrittore

One thought on “uomo&donna PER NIENTE UGUALI!

  1. Spesso accadono questi episodi in condizioni di disagiatezza, dove all’origine dei malumori ci sono altri problemi, probabilmente di tipo socio/economico….
    l’uomo prevale sulla donna, che si sente completamente annullata, e come tale diventa sempre più succube, fino a traformarsi in vittima….
    bisogna, soprattutto in questo momento, che le donne sappiano che, sono tutelate anche in questo periodo di “domiciliari forzati”, che possono rivolgersi ad un numero apposta istituito, e che possono uscire di casa, e venire accolte in centri dove vengono protette….
    non si può perdere la vita così…..

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: