detta da UOMO?… c’è da vergognarsi!

Sì, lo ripeto: c’è solo da vergognarsi ad essere uomini, (o maschi) di fronte la giornata mondiale “contro la violenza sulle donne”

Annunci

Sì, lo ripeto: c’è solo da vergognarsi, ad essere uomini, (o maschi) di fronte la giornata mondiale “contro la violenza sulle donne” per provare a sensibilizzare la società e l’orco che abita certi profili maschili, che non hanno di meglio da offrire, se non VIOLENZA e BARBARIA, verso chi ha la sola sfortuna di vivere la propria esistenza accanto… di fianco… a ridosso… o pelle a pelle con un BASTARDO che umilia chi, come me, si vergogna a leggere numeri criminali che sintetizzano questa strage senza fine: 3 milioni e 466 mila donne “solo in Italia” hanno subito nell’arco della propria vita un tentativo di stalking, molestia, violenza carnale o solo verbale, nella fascia d’età compresa tra 16 e 70 anni e, attenzione: l’80% di queste vittime (vale a dire 8 su 10) non si è MAI rivolta a nessuna istituzione o chiesto aiuto, per vergogna, paura di ritorsioni o perché… dopo la denuncia NON SANNO DOVE ANDARE o come continuare a VIVERE da sole e abbandonate da TUTTI!
Se davvero vogliamo decrescere questi agghiaccianti numeri, serve meno chiacchiere… meno cortei e giornate mondiali e molta più attenzione agli sguardi tristi, alle mezze confessioni e i lividi sul corpo, che portano a credere che ci si possa salvare da un ORCO solo denunciandolo per tempo, senza paura di restare poi da sole e al buio, in attesa di un prossimo 25 novembre da tornare a commemorare, caso mai con l’aggiunta di un’altra nuova vittima che (si spera) non sia proprio LEI: l’ultima ad aver denunciato una violenza che non le ha salvato la vita perché… rimasta da SOLA!

Vi lascio con una bella citazione di William Shakespeare e una mia canzone, scritta un po’ di anni fa, ma ancora MALEDETTAMENTE attuale, con la speranza che possa incoraggiare a dire quel primo fondamentale: NO!

Per tutte le violenze consumate su di Lei,
per tutte le umiliazioni che ha subito,
per il suo corpo che avete sfruttato,
per la sua intelligenza che avete calpestato,
per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,
per la libertà che le avete negato,
per la bocca che le avete tappato,
per le ali che le avete tagliato…
Per tutto questo:
in piedi Signori, davanti a una Donna

 

AMORE SENZA LIMITI (clicca per il video)